Mercoledì, 17 Luglio 2024
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 472

Il Rivoli supera anche l’Oulx nel recupero ed è secondo in classifica

RIVOLI   – Martedì 27 marzo 2018

 

Pur senza brillare, soprattutto nelle prime due frazioni, il Rivoli riesce a conquistare la terza vittoria consecutiva senza subire reti e ad agganciare a 9 punti sulla piazza d’onore la Juventus, dietro all’Alpignano ancora a punteggio pieno.

In una gara vivace soprattutto a livello cromatico (gialloblù crociati i padroni di casa e a scacchi oro nero gli ospiti, vedi foto) è emersa alla fine anche la differenza di età dei ragazzi in campo con mezza squadra valsusina schierata con i 2006.

 

Come già nelle ultime due uscite però, l’inizio dei rivolesi aveva fatto presagire all’ennesima goleada. Alla prima occasione, il solito Fregnan controlla sulla trequarti e poi inizia il consueto balletto modello Van Basten (le caratteristiche fisiche permettono il paragone) che lo porta a concretizzare nel migliore dei modi.

Complice il subitaneo vantaggio, l‘orario pre-serale da allenamento più che da partita, il campo in erba molto largo (quello di via Isonzo teatro della prima squadra) ma soprattutto un Oulx molto coriaceo, il Rivoli si spegne. La manovra è sterile, sufficiente ed imballata e tra i difensori valsusini Chialamberto a sinistra e capitan Blanc al centro la fanno da padroni.

 

 

Nonostante i cambi e le urla di Mister Crispo dalla panchina, i gialloblù non si scuotono neanche nella ripresa.

L’Oulx ne approfitta per rendersi pericoloso in un paio di occasioni soprattutto quando Rei (maiuscola per senso della posizione e tecnica la prova del numero 10 valsusino) lancia Livera in profondità e Sganga è costretto ad intervenire di piede in uscita per sventare la minaccia.

Il Rivoli è svogliato e gli ospiti appaiono più rapidi e senza paura. Sul finire del tempo però, un’ottima combinazione Musolino-Tufaro mette il numero 10 rivolese in condizione di battere a rete ma solo il palo gli nega la gioia del gol.

 

Come svegliatisi improvvisamente dal primo torpore primaverile, Iachino e compagni cambiano musica nell’ultimo tempo, innestano la giusta marcia, diventano improvvisamente più rapidi e concreti e portano a casa la vittoria.

Al 3’ Gribaldo controlla bene sulla trequarti, si libera in velocità di Rei ma il suo pronto tiro finisce non lontano dal sette alla sinistra di Azario. Due minuti più tardi Marotta ci prova dalla distanza ma la sfera finisce alta oltre la traversale. Altri due minuti e questa volta è Fregnan a servire all’accorrente Nalini una palla che il laterale calcia prontamente di prima ma ancora fuori bersaglio (vedi foto).

All’8’ il raddoppio: ancora Fregnan scappa in progressione sulla sinistra, supera un paio di avversari, si arresta e serve al centro il liberissimo Gribaldo che di piatto destro insacca.

Gli ospiti non hanno più la forza di reagire e vengono puniti oltre misura da un rigore di Cacciatori concesso forse un po' troppo benignamente a seguito di un presunto fallo di mani in area valsusina e da uno dei siluri firmati Marotta sempre su calcio piazzato ma da fuori area (vedi i video di entrambe le azioni).  

 

Dopo la pausa per le festività pasquali il Rivoli giocherà nuovamente tra le mura amiche contro il  Caselette, nella speranza di proseguire la sua striscia positiva mentre l’Oulx ospiterà in Valle l’altro fanalino di coda Pozzomaina con l’intento di dare una svolta alla propria classifica.

 

                                                                                                             Mario Gribaldo (Rivoli)         

 

RIVOLI - OULX: 4 - 0  (1-0) (0-0) (3-0)

 

MARCATORI – 5’ pt Fregnan (R), 8’ tt Gribaldo (R), 11’ tt Cacciatori (R) su rigore, 17’ tt Marotta (R)

 

FORMAZIONE RIVOLI – 1) Sganga, 2) Cotrona, 3) Ianovici, 4) Marotta, 5) Andrioletti, 6) Bellini (C), 7) Cacciatori, 8) Fregnan, 9) Gribaldo, 10) Tufaro, 11) Iachino, 13) Nalini, 14) Musolino, 15) Siviglia.

All. Jacopo Crispo

FORMAZIONE  OULX  – 1) Azario, 2) Tomaselli, 3) Chiamberlando, 4) Bava, 5) Blanc (C), 6) Curioso, 8) Tassone, 9) Destefanis, 10) Rei, 11) Giuglardo, 13) Livera, 14) Baraldo, 15) Houkmi.

All. Amedeo Pereno.

 

 

Video

Registrati o fai l'accesso e commenta