Write on Domenica, 26 Novembre 2017

San Maurizio C.se , 26/11/2017

 

In una bella ma fredda giornata di sole si incontrano San Maurizio e Virtus Mercadante. Canavesani che vincendo potrebbero raggiungere i torinesi a dieci punti e ospiti vogliosi di fare il risultato per continuare a frequentare le zone alte della classifica.

 

Primo tempo piuttosto noioso, giocato prevalentemente a centrocampo. La prima occasione da rete tocca ai granata diretti dal signor Simone Galiotta. Al nono Patrascu arriva sul fondo, effettua il traversone ma Strat non ci arriva di un soffio. Cinque minuti dopo, su azione di calcio d'angolo, è Sannino, ben piazzato, a calciare di poco sopra la traversa. Finisce zero a zero il primo quarto d'ora.

 

 

La seconda frazione vede la squadra di casa andare in vantaggio. Fallo laterale assegnato per errore agli azzurri canavesani. Sull'azione che ne segue vanno in rete con il numero 13, lasciato libero, che la mette alle spalle di Morales. Il Mercadante non ci sta e sull'azione successiva Nicolò Rrapushi, trovatosi solo davanti al portiere, divora l'occasione per pareggiare. Al ventitreesimo l'arbitro, probabilmente non attento, concede una punizione dal limite per inesistente fallo di mano di Morales fuori area. Nonostante la triplice ripetizione del calcio da fermo, finisce tutto in un nulla di fatto. Al ventisettesimo ancora il Mercadante in avanti. Strat dopo una lunga sgroppata sull'out destro calcia ma la mette a lato. Il tempo si conclude con i locali in vantaggio per uno a zero.

 

Ultimi quindici minuti. Il Mercadante non ha perso le speranze di raddrizzare il risultato e rientra in campo determinato a rovesciare le sorti dell'incontro. Al 32° punizione per i granata. Calcia Garofalo. Sull'azione che ne nasce è lo stesso centrale che infila un bolide nel sette. Nulla da fare per il portiere: uno a uno. Al 38° punizione per gli azzurri. Calcia il 4 all'incrocio dei pali, ma Morales respinge. Al 40° è Valenza che approfitta di una rimessa errata del numero uno avversario per metterla dentro a mezza altezza. Mercadante in vantaggio. Ultimi cinque minuti al calor bianco. Scatto d'orgoglio del San Maurizio che al 41° mette l'attaccante di fronte al portiere. Grillone esce dai pali e sventa la minaccia. Ancora San Maurizio e ancora Grillone che dice di no allungandosi a deviare un tiro a filo del palo di destra. Il Mercadante si riprende dalla paura e al 43° colpisce la traversa con Davide Rrapushi su azione di calcio d'angolo. E' il preludio per la terza segnatura. Questa volta è il gemello Nicolò Rrapushi a farsi perdonare l'errore del primo tempo. Di Schiena arriva sul fondo, la mette in mezzo e Rrapushi colpisce di testa: palo interno e gol. Finisce tre a uno per i granata di mister Galiotta.

 

Bella partita giocata all'insegna dell'incertezza per la prima mezzora. Mercadante che ha costruito di più e che ha sfruttato al meglio la velocità dei suoi centrocampisti Strat, Chafik e del piccolo ma ficcante "Trenino Thomas" Niro. Arbitraggio non all'altezza. Campo di gioco in condizioni perfette. Peccato per la mancanza di acqua calda nelle docce.

 

Paolo Grillone (Virtus Mercadante)                 

 

San Maurizio C.se vs Virtus Mercadante S.s.d. A.r.l.: 1-3 (0 a 0) (1 a 0) (0 a 3)

 

MARCATORI: 19° numero 13 del San Maurizio C.se. 32° Garofalo. 40° Valenza. 44° N. Rrapushi.

 

FORMAZIONE Virtus Mercadante S.s.d. A.r.l.: Grillone (portiere), Sannino, N. Rrapushi, Garofalo, Chafik, Shaker, Valenza, Di Schiena, Strat, D. Rrapushi, Patrascu, Morales (poriere).

Allenatore: All.: Simone GALIOTTA. Dirigente: Victor MORALES

 

 

Write on Lunedì, 20 Novembre 2017

Torino, 20/11/2017

 

Partita a senso unico quella giocata sabato tra i granata del Virtus Mercadante e il Caselle.

Si è giocato praticamente soltanto nell'area degli ospiti. 

 

La prima occasione del Mercadante arriva da un tiro centrale di Chafik. Seguono poi cinque minuti in cui è Shaker a tentare più volte senza fortuna la via del gol. Ci prova al terzo, parato. Un minuto dopo dal vertice sinistro dell'area, deviato in angolo. E all'ottavo, palo. A sbloccare però il risultato è Davide Rrapushi che al decimo la mette in rete su azione personale con pallone conquistato sulla tre quarti. La frazione termina sull'uno a zero per i padroni di casa. 

 

 

Nel secondo tempo il primo a farsi vedere al tiro è Valenza che conclude centralmente. Al 21° punizione per il Mercadante; batte Garofalo. Il portiere Sergio respinge sui piedi di Sciumbata che ribadisce in gol. Ottima occasione pochi minuti dopo per Nicolò Rrapushi che finisce a lato. Al 28° Valenza  tira fuori dal cilindro un bel tiro da fuori che si insacca alle spalle dell'incolpevole Sergio. Allo scadere Nicolò Rrapushi colpisce la traversa con un bel pallonetto, sfera che rimane attiva con Scamarda che incorna e di testa la mette dentro. Parziale 4-0. 

 

La terza frazione inizia sotto il segno di Shaker che su azione personale realizza la quinta marcatura dell'incontro e un minuto dopo firma la sua doppietta personale come Valenza che si ripete da fuori al 38° con la magia riuscitagli nel secondo tempo. A fine partita c'è ancora gloria anche per il veloce Di Schiena che ribatte in rete un tiro di Nicolò Rrapushi inizialmente parato. Angoli 8 a 3 per il Mercadante.

 

Termina otto a zero una partita in cui il Mercadante per quarantacinque minuti ha messo sotto un fuoco di fila la porta del Caselle che se non fosse stato per la bravura del numero uno, Sergio, ed una certa imprecisione dei granata avrebbe potuto finire con un risultato ben più consistente. Mercadante meritatamente secondo in classifica generale a tre punti da un Leinì che però non dà segni di cedimento.

 

Paolo Grillone (Virtus Mercadante S.s.d. A.r.l.)                 

 

Virtus Mercadante S.s.d. A.r.l. vs U. S. D. Caselle Calcio: 8-0 (1-0, 3-0,4-0)

 

MARCATORI: <10' D. Rrapushi, 21' Sciumbata, 28' Valenza, 29' Scamarda, 34' Shaker, 35' Shaker, 38' Valenza, 41' Di Schiena.>

 

FORMAZIONE Virtus Mercadante S.s.d. A.r.l.: <Grillone (portiere), Sannino, N. Rrapushi, Garofalo, Chafik, Shaker, Valenza, Di Schiena, Sciumbata, D. Rrapushi, Scamarda, Morales (portiere), Patrascu.

Allenatore: Simone Galiotta. Dirigenti: Morales, Sciumbata.

 

FORMAZIONE U. S. D. Caselle Calcio: <Sergio, Guarino, Bornesco, Russo, Bastone, Bilardo, Pecoraro, Ferrrero, Cimmino.

Allenatore: Santacroce Vincenzo. Dirigenti: Aimone, Ferrero e Romiti.

 

 

Write on Domenica, 05 Novembre 2017

04/11/2017, Torino    

 

Si gioca all'ora del tè e sotto l'illuminazione artificiale la sfida testa-coda tra Pro Settimo e Virtus Mercadante.

 

 

Grande equilibrio in campo, raramente le due compagini si rendono pericolose annullandosi sostanzialmente l'una con l'altra. Al 5° prima occasione per i granata di casa: il tiro di Nicolò Rrapushi viene deviato da Borrione oltre la traversa. Occasionissima ancora per il Mercadante sei minuti più tardi. Davide Rrapushi, da poco superata la metà campo, alza un insidioso campanile che Borrione smanaccia, la palla arriva sui piedi di Shaker che calcia a botta sicura ma impatta soltanto la traversa.

 

 

 

 

Nel secondo tempo  il risultato si sblocca al 19° su uno dei sei corner battuti in tutto l'incontro dal Virtus Mercadante. Pallone calciato dall'angolo destro del fronte d'attacco direttamente sul portiere che con il fianco la devia involontariamente in porta. Uno a zero. Il Mercadante prende coraggio. Al 24° punizione di Garofalo che Bertolami para. Un minuto dopo è Valenza che si trova un buon pallone tra i piedi e calcia di destro da fuori area, rete. Due a zero. Al 26° reazione della Pro Settimo con Tomasicchio: traversone dalla sinistra. Ghiotto pallone che taglia tutta l'area senza che nessuno intervenga per ribadirlo in rete. Poco dopo, sul ribaltamento di fronte, è Sciumbata che calcia dalla lunetta: para Bertolami.



Nell'ultima frazione di gioco poche azioni degne di nota se si fa eccezione per l'occasionissima di Ignico al 34° che, solo davanti a Morales, la mette fuori.

 

      
Finisce due a zero per il Mercadante una partita dove i granata hanno obiettivamente creato di più. Il risultato forse è un po' bugiardo perché con una maggiore precisione nel dettare l'ultimo passaggio e più cinismo sotto rete i gol all'attivo avrebbero potuto essere ben di più.

Molto sano agonismo in campo ma nessuna cattiveria. Le due squadre – nonostante i cinque punti che le separavano in classifica – si sono equivalse. Pubblico correttissimo, nessuna polemica per tutti i 45 minuti di partita.

 

Paolo Grillone (Virtus Mercadante)

 

Risultato finale: Virtus Mercadante - Pro Settimo 2-0 (risultato federale 3-2).

Primo tempo 0-0. Secondo tempo 2-0 (19° autogol Bertolami. 25° Valenza). Terzo tempo: 0-0.


Formazione Virtus Mercadante: All.: sig. Simone Galiotta. Morales (portiere), Valenza, Garofalo, Patrascu, D. Rrapushi, N. Rrapushi, Tortorici, Scamarda, Sciumbata, Grillone (portiere). Dirigenti: signori Morales e Sciumbata.

 

Formazione Pro Settimo: All.: sig. Antonio Colia. Borrione (portiere), Pane, Cappuccio, Licari, Vizzari, Castiello, Tomasicchio, Modica, Ignico, Rabi, Barreca, Bertolami (portiere). Dirigenti: sig. Bertolami e signora Meneveri.

 

 

 

 

Write on Domenica, 29 Ottobre 2017

29/10/2017, Settimo Torinese  

 

Seconda giornata di campionato per Leinì e Virtus Mercadante. I primi reduci da una sonora vittoria esterna mentre i granata venivano da un pareggio casalingo agguantato in zona Cesarini.
La partita è stata preceduta dal minuto di silenzio fatto osservare per le vittime della Shoah in seguito ai deprecabili fatti di Roma.

 

Primo tempo - Il tempo di partire e Dezzutto, Leinì, quando ancora non è trascorso un minuto calcia a fil di palo: Grillone si distende e para. Due minuti dopo, su azione corale, Andrea Tamburrelli sigla l'uno a zero. Poco più di sessanta secondi e Chafik, Mercadante, commette un fallo in area, l'arbitro decreta il rigore. Calcia l'ottimo Andrea Tamburrelli che raddoppia per i suoi. Il Leinì continua a macinare gioco contro un Mercadante remissivo ed impalpabile. All'8° punizione dal vertice destro, il casalingo Zorniciuc la mette fuori. Sull'azione successiva ancora Tamburrelli impegna Grillone che respinge e Drocco, lasciato liberissimo, ribadisce in rete per il tre a zero. Il primo tiro in porta per i granata arriva solo al nono ed è opera di Valenza. Allo scadere del primo tempo c'è ancora gloria per Andrea Tamburrelli che infila Grillone per la quarta volta. Su azione sviluppatasi sulla destra Dezzutto calcia forte, Grillone la respinge corta e l'avanti biancazzuro chiude il primo tempo sul quattro a zero con una tripletta personale.

 


Secondo tempo - Alcuni cambi, soprattutto tra le fila dei granata arrivati a Settimo con ben quattordici giocatori contro i soli nove degli ospiti, ed inizia la seconda frazione. E' Drocco al 16° a tentare la rete personale calciando dal vertice sinistro ma Morales gli dice di no. Al 19° il Mercadante si fa pericoloso: Sciumbata calibra un bel cross per Patrascu che però sbaglia. Festa rinviata di una manciata di minuti quando il biondo attaccante granata calcia a botta sicura su Uva che respinge ma poi capitola sulla ribattuta. Gol della bandiera per i torinesi.
Poco dopo Patrascu ha un'altra occasione d'oro per andare ancora a bersaglio ma tira fuori. Il Leinì dopo essere stato un po' a guardare ricomincia a fare la partita. Al 27° è Pulitanò, sullo sviluppo di una punizione calciata dalla destra, che di testa gonfia la rete. Al minuto successivo, altro calcio piazzato per i leinicesi. Se ne incarica Zorniciuc che la mette direttamente alle spalle di Morales. Sei a uno e fine del secondo tempo.

 

Terzo tempo - Leinì ormai appagato e Mercadante demotivato. Poche azioni di particolare rilievo se si eccettuano gli ultimi due gol della squadra di casa. Il primo di Dezzutto al 40° che, su azione dalla destra, calcia a rete con il pallone che si insacca poco sotto la traversa. Chiude l'incontro la rete allo scadere ancora di Zorniciuc che, lasciato solo da mezza difesa granata, si trova a tu per tu con Grillone la cui uscita dei pali non è sufficiente ad evitare l'ottava marcatura degli avversari.



Finisce otto a uno una partita mai in discussione. Leinì con almeno due marce in più in quanto a velocità e gioco di squadra. Il sette di mister Galiotta dovrà lavorare molto in settimana se non vuole rimanere a lungo in fondo alla classifica. Migliori in campo Andrea Tamburrelli e Zorniciuc entrambi degli scacchi biancazzurri. Correttezza in campo tra i bambini di entrambe le squadre.
Unica nota negativa un gesto poco educato di mister Sacco rivolto al pubblico. Non sempre allenare la squadra più forte significa essere i migliori in campo. 


Paolo Grillone (Virtus Mercadante)                 


Risultato finale: Leinì - Mercadante 8-1.


MARCATORI: 3° A. Tamburrelli 1-0, 4° A. Tamburrelli 2-0, 9° Drocco 3-0, 14° A. Tamburrelli 4-0, 22° Patrascu 4-1, 27° Politanò 5-1, 28° Zorniciuc 6-1, 40° Dezzutto 7-1, 45° Zorniciuc 8-1.


FORMAZIONE ASD Calcio Leinì: Uva, Dezzutto, Pulitanò, Drocco, Zorniciuc, Siragusa, Dine, Andrea Tamburrelli, Alessandro Tamburrelli. All.: signor Fabio Sacco. Dirigente: Lanfranco.


FORMAZIONE Virtus Mercadante: Morales, Valenza, Garofalo, Patrascu, Davide Rrapushi, Nicolò Rrapushi, Sannino, Scamarda, Shaker, Chafik, Sciumbata, Grillone, Di Schiena, Ireno. All.: Simone Galiotta. Dirigenti: Morales, Sciumbata.

 

Write on Domenica, 22 Ottobre 2017

Torino, sabato 21/10/2017

 

Prima di campionato per Virtus Mercadante e Barcanova. Saluti di rito e l'arbitro - signor Angelo Zucaro - dà il fischio di inizio.

 

E' il Mercadante a farsi vivo per primo nell'area avversaria con un destro di Nicolò Rrapushi che il portiere Giusiano para. Dopo un paio di minuti uno sfortunato retropassaggio del granata Scamarda innesca Tomiato che porta in vantaggio gli ospiti. Morales incolpevole. Il Mercadante costruisce, ma fatica ad arrivare alla conclusione. All'ottavo è Garofalo che ci prova da fuori area ma senza esito.

Il primo tempo termina 0-1 per il sette del signor Valentini.

 

Secondo tempo molto equilibrato. Al ventesimo Tomiato, autore del vantaggio rossoblù, calcia nel sette di destra: vola Grillone, ma il tiro è fuori di poco. Il Barcanova si ripete dopo due giri di lancetta dei minuti con un tiro centrale che oltrepassa di pochi centimetri la traversa. L'occasione più ghiotta di tutta la partita è quella che il granata Patrascu si trova sui piedi al ventiquattresimo. Un calcio di rigore corto che sfortunatamente finisce a lato con grande sollievo del portiere Giusiano che avrebbe potuto farci ben poco. Il Barcanova reagisce subito e riesce a mettere Nardelli davanti a Grillone, ma anche il numero dieci rossoblù calcia fuori. Chiude la frazione di gioco una bella punizione tirata nel sette dal mobilissimo Chafik del Mercadante che Giusiano para. Si chiude sullo 0-0 la seconda frazione di gioco.

 

 

Il terzo tempo vede il Mercadante partire più convinto alla ricerca del pareggio. I gemelli Rrapushi inquadrano la porta prima con Nicolò che tira alto e poi con Davide che calcia da fuori area ma la mette sopra la traversa. Reagisce prontamente il Barcanova e ci prova con il lungo Salvati che dopo una sgroppata sulla fascia sinistra arriva in area e la mette fuori. Poco dopo è Mele che dal lato opposto impegna il portiere granata Morales che para. Sul rovesciamento di fronte una bella rovesciata di Patrascu non riesce ad impensierire l'estremo difensore di mister Valentini.

A due minuti dallo scadere cade in area il tornante del Barcanova per una trattenuta probabilmente iniziata fuori area. A battere la punizione è Salvati che si vede parare il tiro da Morales. Nel rovesciamento di fronte è il folletto Nicolò Rrapushi che si fa trovare puntuale all'appuntamento più importante di tutto l'incontro girando di prima rasoterra il pallone servitogli dal compagno. Il pallone si insacca alle spalle dell'estremo difensore del Barcanova nell'esultanza liberatoria della tifoseria granata. Terzo tempo 1-0 per il Mercadante.

Finisce 1-1 sul campo, 2-2 risultato federale.

 

Due squadre sostanzialmente speculari. Tanta buona volontà da parte di tutti, parecchi errori e poche volte al tiro. Pareggio giusto che rispecchia quanto visto in campo. Nessuna delle due squadre avrebbe meritato di sopravanzare l'altra per quanto mostrato. Come si dice, il campionato è lungo e ci sarà tempo per migliorare da parte di entrambe.

 

Paolo Grillone (Virtus Mercadante)                  

 

MERADANTE - BARCANOVA: 1 a 1 (0-1) (0 a 0) (1-0).        

 

MARCATORI: pt: Tomiato (B). t.t: Rrapushi (M).

 

FORMAZIONE Virtus Mercadante - All. Sig. Simone Galiotta. Dirigente: Victor Morales. Portieri: Grillone, Morales. Chafik, Di Schiena, Garofalo, Patrascu, Davide Rrapushi, Nicolò Rrapushi, Sannino, Scamarda,    Sciumbata, Shaker, Valenza.

 

FORMAZIONE Barcanova: All. Sig. Beniamino Valentini. Dirigenti: Caraci, Tomiato. Portiere: Giusiano. Petrillo Metallo, Mele, Ragazzi, Gilli, Salvati, Scarpello, Caraci, Nardelli, Tomiato.




 

Write on Domenica, 02 Aprile 2017

Torino, 2 aprile 2017

 

Un Virtus Mercadante in cerca di conferme trova la terza vittoria consecutiva sul difficile campo del Pro Settimo. I granata di mister Fusaro arrivano al campo di via Torino forti di due roboanti vittorie, quattordici gol segnati e solo due subiti. Entrambe le avversarie delle ultime due giornate di campionato avevano però avuto delle attenuanti: la prima, per metà incontro, aveva schierato un portiere non impeccabile mentre la seconda, addirittura, aveva mandato tra i pali dei difensori, in assenza dei titolari. Ci sono i presupposti per una gara interessante arrivando anche la squadra di casa da due vittorie, una per nove a uno sul Cit Turin.

 

PRIMO TEMPO - Poco da segnalare nella prima frazione. Le squadre giocano molto a centrocampo senza farsi male. Portieri alla finestra. Un'azione per parte degne di nota. Al 4° il portiere dei granata, Grillone, rinvia lungo e va a pescare sulla tre quarti Galluzzo che la mette a lato di poco. Replicano i blu di casa con Masi che su punizione la mette alta oltre la traversa.

 

 

 

SECONDO TEMPO - L'incontro si fa decisamente più vivace. E' passato solo un minuto quando Morales - subentrato a Grillone - devia in angolo un gran tiro da fuori degli avanti del Pro Settimo. Al 24° Galluzzo insacca con un tiro da fuori. Il Mercadante si fa più coraggioso e nell'azione successiva Patrascu, a tu per tu con Castagno, viene messo giù in area: rigore. Se ne incarica lo specialista Garofalo. Il portiere non trattiene il pallone che finisce in rete. Il secondo tempo si conclude sul due a zero per gli ospiti.

 

TERZO TEMPO - Il Pro Settimo rientra in campo fortemente intenzionato a recuperare il divario mettendoci molto agonismo, forse troppo. Al 36° è Hajji che con un gran tiro dal vertice dell'area insacca, mettendola tra palo e portiere in un punto in cui forse Grillone avrebbe potuto arrivarci. Ottime movenze e controllo di palla del numero cinque di casa che accorcia le distanze. La partita si incattivisce e vi sono continue interruzioni di gioco. Al 39° Patrascu prende palla a centrocampo e dopo una sgroppata di venticinque metri sembra poter chiudere la sfida, ma Castagno lo ipnotizza e riesce a sradicargli il pallone dai piedi. Al 41° ultima occasione per i locali di pervenire al pareggio. Piazza la mette a lato. Verso fine partita, Grillo del Pro Settimo, viene contrastato sulla tre quarti granata facendo temere il peggio, ma per fortuna, dopo pochi secondi, è già perfettamente ristabilito e in grado di terminare la partita. Finisce due a uno per il Mercadante che torna a casa con i tre punti anche se un po' acciaccato. Numerosi i falli, anche duri, subiti dal difensore Tortorici e Valenza esce dall'impianto con un polso fasciato. Ottima come sempre la collaborazione delle Dirigenti Lombardi e Oddi.

 

La formazione della Pro Settimo - Castagno, Ferrario, Gallo, Grillo, Hajji, Masi, Mattiello, Piazza, Rabi, Rossi.

 

La formazione della Virtus Mercadante Morales, Galluzzo, Garofalo, Patrascu, Rrapushi Davide, Rrapushi Nicolò, Sacchetta, Scamarda, Shaker, Tortorici, Valenza, Grillone.

(in corsivo i portieri)

 

Paolo Grillone (Virtus Mercadante)

 

 

 

 

 

 

Write on Domenica, 26 Marzo 2017

Torino, Sabato 25 marzo 2017

 

Sì e giocata sabato la partita tra Virtus Mercadante e Ardor San Francesco. Ospiti con 4 punti in più in classifica ma stessa differenza reti. Nei primi dieci minuti le due squadre non sembrano volersi fare male. L’unica azione degna di nota è quella che si conclude al settimo minuto con Galluzzo, detto il “Gallo” dai suoi compagni, che scalda i motori con un tiro da fuori che Resendnec devia in corner. All’undicesimo, i granata di mister Fusaro vanno in vantaggio. È proprio Galluzzo ad insaccare con un tiro dal vertice destro dell’area ospite. Al tredicesimo raddoppio di Garofalo da fuori area con un potente tiro centrale. Si va al riposo sul punteggio di 2-0 per il Virtus Mercadante.

 

 

 

Secondo tempo che ricalca sostanzialmente il primo. Un Virtus Mercadante più tecnico che contiene le rapide ripartenze dei bianchi dell’Ardor agli ordini di mister Serra. Al 17° ancora Galluzzo, ieri particolarmente ispirato, dopo una lunga sgroppata sull’out di destra si vede negare il gol con il pallone che viene deviato in angolo da Colacino. È Valenza che nell’azione successiva ne approfitta. Errore della difesa e facile pallone solo da ribadire in rete. Al 19° Garofalo, vero torello di questa squadra, colpisce in pieno la traversa tirando da oltre venticinque metri. Un minuto dopo rovesciamento di fronte. Dantonio dell'Ardor colpisce la traversa. Al 22° bianchi ancora pericolosissimi. Papurello si trova tra i piedi il pallone a porta praticamente vuota, ma lo calcia fuori. Al minuto ventitré Galluzzo segna la rete del 4 a 0, risultato su cui si andrà al riposo.

 

Terzo tempo con un Ardor più intraprendente, ma inizia lo show del “Gallo” che, in piena trance agonistica, va a segno al 36° con un gran tiro da fuori, al 39°, calciando nel sette un tiro imparabile, ed infine al 40° per il suo quinto gol personale. Nel mezzo spazio ancora per Dantonio che da fuori area la mette proprio sotto la traversa: Grillone miracolosamente ci arriva deviandola in angolo e togliendo al numero dieci la gioia di un gol che avrebbe sicuramente meritato per quanto mostrato nell'arco di tutta la partita.

 

Finisce sette a zero un incontro equilibrato soltanto nel primo quarto. Dopodiché la squadra di Fusaro ha mostrato migliori trame di gioco e maggiore precisione al tiro, qualità che purtroppo erano mancate nelle prime giornate di campionato. Ottima atmosfera in campo e fuori con i dirigenti dell’Ardor, signori Bollea e Dantonio, disponibili e mai polemici.

 

Paolo Grillone (Dirigente Virtus Mercadante)

Write on Domenica, 12 Marzo 2017

Gassino, 12 marzo 2017

 

Nello splendido contesto dell'impianto sportivo di Gassino in una giornata già primaverile, si sono incontrate Gassinosanraffaele e Virtus Mercadante. Gassino alla ricerca dei primi punti in campionato e Mercadante che vuole rianimare una classifica piuttosto anemica. Ci sarebbero i presupposti per un incontro pirotecnico, ma le cose vanno diversamente. 

 

Nel primo tempo pochissime azioni veramente pericolose fatta eccezione per un tiro di Davide Rrapushi che, appena fuori area, la spedisce a lato. Squadre al riposo sullo zero a zero.

 

 

 

Nel secondo tempo si vede un po' più di agonismo con il Gassinosanraffaele che al sedicesimo minuto passa in vantaggio. Serie di batti e ribatti nell'area granata con Garofalo che salva sulla linea, ma il biondo Bergo replica in rete a botta sicura. Il Mercadante accusa il colpo e dopo due minuti i padroni di casa provano a raddoppiare con un tiro direttamente da calcio d'angolo che Morales devia oltre la traversa. Al 24° la prima vera azione pericolosa del Mercadante che su tiro di Tortorici colpisce il palo alla sinistra di Bava quando il pubblico stava già urlando al gol. Si va al secondo riposo sul risultato di uno a zero per i rossoblu.

 

Il terzo tempo ricalca sostanzialmente l'andamento equilibrato dei primi due. Al 33° Valenza del Mercadante agguanta inaspettatamente il pareggio con un tiro da fuori che va ad infilarsi imparabilmente sotto la traversa. Al 40° ancora un'occasione per i granata di mister Fusaro. Calcio d'angolo e Garofalo, che si fa trovare sul dischetto del rigore, la mette fuori alla destra della porta difesa da Bava. Finisce uno a uno la partita tra due squadre speculari. Corrette ma poco incisive sotto porta. I sette di mister Giacomini ottengono il primo punto in campionato ma rimangono, guarda caso insieme al Mercadante, appena un punto sopra, la compagine con la peggiore differenza reti. Attacchi sterili e difese dalle maglie larghe. E sabato prossimo il Mercadante ospiterà un Cit Turin al momento vero e proprio rullo compressore.

 

In una splendida cornice meteorologica e logistica si conclude quindi con un inutile pareggio una partita dalla quale, sicuramente, entrambi gli allenatori si sarebbero aspettati qualcosa di più.

 

Paolo Grillone (dirigente Virtus Mercadante)

 

 

 

 

 

Write on Sabato, 04 Marzo 2017

Torino, 5 marzo 2017

 

Termina uno a uno la sfida tra i granata di mister Fusaro e i bianconeri dell'allenatore Mancin. Una partita dove il Mercadante ha tenuto di più il pallone ma la Sisport ha sfruttato meglio le occasioni da gol. Nel primo tempo poco da segnalare, le squadre si studiano ma senza mai impensierire gli estremi difensori. Si va al riposo sul risultato di 0-0. 

 

 

 

Secondo tempo un po' più brioso con la Sisport che va in vantaggio al diciottesimo. A segno il numero sette che approfitta di un pasticcio difensivo. Il numero uno granata, che aveva già bloccato il pallone a terra, veniva disturbato dal suo terzino ed il veloce Pruiti non si è fatto sfuggire l'occasione insaccando. Un minuto dopo è ancora lo stesso Pruiti - vera spina nel fianco della difesa granata - a trovarsi a tu per tu con il portiere del Virtus Mercadante. L'attaccante la piazza nell'angolo opposto ma Grillone si allunga sventando il pericolo. Al ventisettesimo è ancora la Sisport a farsi vedere in avanti. Cianciolo calcia nello specchio ma è ancora Grillone a dire di no. Si va al riposo con la Sisport in vantaggio.

 

Il terzo tempo vede i granata inseguire seppur con poca convinzione. Al 34' Patrascu, ben imbeccato, colpisce di testa ma la stampa sul palo. Nell'azione successiva Shaker ci prova con un tiro da posizione centrale che l'attento Summa blocca in presa. Finale incandescente. In pieno recupero viene assegnata una punizione al Virtus Mercadante. Si incarica della battuta lo specialista Garofalo che la mette alle spalle di un incolpevole Summa. Non c'è tempo per tornare a centrocampo.

 

Finisce uno a uno, una partita con pochi spunti dove la Sisport si è dimostrata più pericolosa nonostante il minor possesso di palla. Ottimo clima tra le panchine con scambio di cortesie fra i Dirigenti Morales e Papa.

 

Paolo Grillone (Virtus Mercadante)

 

Write on Sabato, 25 Febbraio 2017

Torino, 25 febbraio 2017

 

Brusco risveglio del Virtus Mercadante dopo il primato del girone d'autunno. Il Volpiano di mister Vigliarolo va in gol al 7° con un gol rocambolesco. Turcato approfitta di un errore della difesa granata colpendo il pallone di testa a pochi centimetri da terra mettendola alle spalle di Grillone che non può fare altro che stare a guardare. Il primo tempo finisce sull'uno a zero per i blu.

 

Nel secondo tempo i padroni di casa salgono in cattedra. Una sfortunata autorete di Galluzzo, che mette alle spalle dell'incolpevole Morales, dà il via alla goleada degli ospiti che nell'arco di tre minuti vanno ancora in gol con Bettas Donin e Giallombardo. La seconda frazione si conclude sul quattro a zero per i locali.

 

 

Il terzo tempo è la fotocopia del precedente con il Volpiano che fa quello che vuole e va ancora a bersaglio con Bettas Donin, doppietta personale, Vivirito e Grosu. Il Mercadante non fa vedere nulla o poco più: un tiro di Galluzzo da fuori area e un'occasione per Nicolò Rrapushi al 42°, quando il Volpiano ha già messo il risultato nel ghiaccio. Finisce sette a zero per il Volpiano. Calci d'angolo dieci a due per la compagine di casa.

 

Un Volpiano ordinato ha messo in luce i difetti di un Virtus Mercadante impalpabile, lento, mai preciso nel fraseggio e povero di idee. Settimana di compiti a casa per i dodici di mister Fusaro.  Partita correttissima sul campo e sugli spalti.

 

Paolo Grillone (Virtus Mercadante)