Giovedì, 11 Agosto 2022

La Juventus tessera anche Alessandro Garello, portiere classe 2010 del Fossano

Mattia Michelis  e Alessandro Garello con il responsabile delle giovanili Roberto Basso Mattia Michelis e Alessandro Garello con il responsabile delle giovanili Roberto Basso

MERCATO - Quarto e ultimo colpo, in arrivo dagli Esordienti delle società dilettantistiche del territorio, dopo Mattia Michelis (2009 ancora dal Fossano), Edoardo Bosco (attaccante 2009 dell’Asti) e Simone Fassino (fantasista 2010 del Chisola)


C’è un quarto (e ultimo) colpo, in arrivo dagli Esordienti delle società dilettantistiche del territorio, messo a segno dalla Juventus: i bianconeri hanno tesserato il portiere classe 2010 Alessandro Garello, che gioca al Fossano dopo aver vestito, qualche anno fa, anche la maglia del Torino.

Garello è il secondo talento in arrivo dalla società cuneese, dopo l’esterno del 2009 Mattia Michelis. Presi dai bianconeri anche l’attaccante Edoardo Bosco (2009), devastante con la maglia dell’Asti, e Simone Fassino (2010), talento puro del Chisola. Quattro conferme “pratiche” della strategia scelta dalla società bianconera, che ha rinforzato la rete delle Academy proprio per monitorare in modo sempre più puntuale ed efficace i talenti delle società dilettantistiche.

Ecco il comunicato stampa pubblicato dal Fossano: “A conferma del fatto che il settore giovanile del Fossano lavori in maniera seria e proficua, sono due i movimenti in uscita da Fossano, che viaggiano in direzione Vinovo. Parliamo di Mattia Michelis (2009) e Alessandro Garello (2010). Entrambi tesserati Fossano, sono stati visionati e hanno effettuato allenamenti di prova in Juventus. La società torinese (di cui siamo Academy da oltre 10 anni) ha poi confermato il tesseramento delle due giovani promesse, che la prossima stagione sportiva indosseranno la maglia bianconera. Sono gli unici due Esordienti della provincia di Cuneo ad effettuare il grande passo. La società si complimenta con gli allenatori per l’ottimo lavoro svolto e con i due protagonisti, augurando loro un futuro ricco di soddisfazioni sui campi da calcio”.

Registrati o fai l'accesso e commenta