Martedì, 29 Novembre 2022

Christian Bellanova sfoglia la margherita: lo cercano Sisport, Chisola e Volpiano

È SEMPRE MERCATO - Tante proposte per il direttore sportivo dell’Alpignano (che farà di tutto per trattenerlo), in pole position ci sono tre Academy Juventus, ma c'è anche una strada che porta a Chieri


Sisport, Chisola, Volpiano e anche Chieri. Senza ovviamente dimenticare la sua casa calcistica, l’Alpignano, che rimane la priorità. Nonostante la stagione sia iniziata solo da un paio di mesi, c’è chi già tesse le sue reti in vista dell’annata 2023/2024, quando uno dei pezzi pregiati del mercato dei dirigenti sarà Christian Bellanova.

Questa estate non sono mancate le proposte, per l’attuale direttore sportivo biancoazzurro, che in via Migliarone ormai gestisce Settore giovanile e Scuola calcio, in collaborazione con Antonio Seminerio e Mimmo Dilonardo, oltre a organizzare i tornei. È lui, di fatto, il volto che ha sostituito Omar Cerutti, passato a Chieri alla corte di Stefano Sorrentino. Ma per l’Alpignano sarebbe stato insostenibile perdere in un solo colpo i suoi due principali punti di riferimento: per questo le proposte estive sono state rispedite al mittente, ma ora i pretendenti di Bellanova stanno già tornando alla carica.

In prima fila c’è ancora una volta la Sisport, che sarebbe una sorta di ritorno, visto il trascorso di Bellanova in J Stars. La società bianconera, in continua crescita sotto l’ala protettiva della Juventus, ha bisogno di rinforzare la struttura dirigenziale guidata da Antonio Marchio, Stefano Falbo, Enzo De Angelis e dal nuovo responsabile tecnico delle annate dall’Under 12 all’Under 5, Davide Perri. Le capacità organizzative di Bellanova completerebbero perfettamente questa squadra dirigenziale, ma non è detto che così tante personalità “forti” possano convivere.

Anche Chisola e Volpiano sono società con centinaia di tesserati, in crescita nei numeri e nella qualità. Per quanto le strutture organizzative siano già ben oliate, un aiuto di qualità sarebbe comunque necessario, anche nell’organizzazione dei tornei. Particolare non da poco, entrambe sono Academy Juventus: le strategie della casa madre bianconera avranno un peso, in un senso o nell’altro. Tra le due, comunque, in pole position c’è sicuramente in Chisola, per questioni logistiche (parliamo di Vinovo, non un posto a caso) e anche di struttura, nel senso che la società del presidente Luca Atzori è sempre alla ricerca di una figura di riferimento che prenda il posto di Diego Perrone.

Per tutti questi motivi, la posizione del Chieri è, ad oggi, più defilata: è vero che c’è lo “sponsor” Cerutti, con cui Bellanova ha lavorato con profitto, ma è anche vero che lo staff dirigenziale è stato appena ridisegnato dalla nuova proprietà ed è difficile immaginare un nuovo riassetto.

Non ultimo, come detto, c’è l’Alpignano, che farà carte false per non perdere il suo uomo di riferimento. Il legame è reciproco, anche per Bellanova il biancoazzurro è una sorta di seconda pelle: se la società sarà in grado di rispondere in modo positivo alle sue ambizioni, le altre pretendenti rimarranno con un pugno di mosche. È difficile, comunque, aspettarsi un verdetto definitivo prima di Pasqua: c’è tempo per scegliere il petalo giusto, Christian Bellanova inizia a sfogliare la margherita…

 

Registrati o fai l'accesso e commenta