Il CUORE dell'Alpignano regge due tempi, ma alla fine vince il Torino (T. Pro Collegno - 2005)

COLLEGNO, 08.04.2018

 

Dopo i ripetuti rinvii per mal tempo finalmente in strada antica di Rivoli si può disputare la finale del 18° torneo “Collegno in Maschera”, tra le formazioni dell’Alpignano in maglia bianca e i pari età del Torino nella classica tenuta granata.

 

Nemmeno il tempo di iniziare e la partita regala subito emozioni. Rilancio lungo di Zanella, Tucci addomestica, avanza una decina di metri e dal limite defilato sulla destra incrocia sfiorando il palo. Ripartenza Toro con una bella iniziativa sulla fascia di Colletta, cross al centro dove Montanari gira in rete piegando le mani a Mettiello. 0-1 (vedi video). Potrebbe essere l’avvio di una goleada e invece l’Alpignano reagisce con una punizione magistrale dello specialista Di Matteo che da 20 metri coglie il sette alla sinistra di Brezzo. 1-1 (vedi video).  Sull’onda dell’entusiasmo al 9° i biancocelesti passano in vantaggio con un’altra punizione stavolta battuta da Tucci che da oltre circa 25 metri, di potenza, trafigge nuovamente Brezzo. 1-2. Prima del termine del tempo ancora Alpignano con Antoniazzi che recupera palla in mezzo al campo, serve Tucci in corridoio, tiro strozzato del Bomber sul quale Costa è anticipato di un soffio, la palla arriva al limite ad Antoniazzi che di prima intenzione mette di un soffio a lato.

 

 

Nel secondo tempo il Torino parte forte, al 2° ci prova l’ex Mangione  ma alza troppo la mira (vedi video), subito dopo Casalegno non trattiene un tiro da fuori ma Bajardi non ne approfitta. Ancora Casalegno protagonista respingendo un bel colpo di testa di Laureana.  L’Alpignano si chiude bene con Liso Crivat e all’occorrenza Ciliberti e cerca di ripartire in velocità con Petrillo e Tucci, ed è proprio il Bomber Alpignanese che direttamente dal rinvio di Casalegno salta due avversari e batte per la terza volta Brezzo (vedi video). 1-3. Il Toro non molla e al 13° ci pensa Crivat a salvare sulla linea respingendo di testa un ottimo pallonetto di Bajardi  che era riuscito ad anticipare Casalegno in uscita disperata. Le emozioni non sono ancora finite, su un’altra ripartenza Tucci scarica per ferrigni che di prima serve Petrillo il cui tiro da buona posizione viene murato dalla difesa.

 

Nel terzo tempo è ancora il Toro a partire forte con Montanari uno dei migliori in campo che parte dalla destra s’accentra ma spara debolmente. Un minuto dopo sempre Montanari fugge sulla destra tira in diagonale ma trova la smanacciata di Mattiello, la palla ricade davanti alla porta e per Caschetto lasciato solo è un gioco da ragazzi spingere in rete (vedi video). 2-3; Il gol subito fa vacillare i ragazzi di mister Pellegrino che al 5° sono graziati da Gallea che da due metri in mischia centra in pieno Mattiello che d’istinto devia sopra la traversa. L’Alpignano sbanda, Bonfiglio e Amorosi sono chiamati agli straordinari, la squadra non riesce più a tenere la palla lontana dalla propria area, al 10° su un cross dalla trequarti, Occhiogrosso, ampiamente contrastato, tocca con un braccio, inducendo l’arbitro a decretare molto severamente, il dubbio calcio di rigore (vedi video). Tira Caschetto all’angolino Casalegno intuisce, sfiora ma la palla s’insacca (vedi video). 3-3. Adesso il Toro ci crede e dopo due minuti corona la grande rimonta con Gallone che di schiena con un tocco beffardo supera mezza difesa biancoceleste e Casalegno in uscita.3-4. L’Alpignano non ha più energie e nemmeno tempo, dopo aver cullato per 2 tempi il sogno di vincere la finale deve inchinarsi al ritorno soprattutto fisico del Torino.

 

Termina come da pronostico con la vittoria del Torino, che, quando sembrava ormai spacciato è stato bravo a crederci e a non mollare raggiungendo una vittoria ormai insperata. Per L’Alpignano tanti applausi per come i ragazzi di mister Pellegrino hanno tenuto testa ai più quotati avversari. Dopo due tempi giocati alla grandissima nel terzo tempo è mancata un po’ di energia e di lucidità nel tenere alta la palla e salire un pochino con il baricentro. Poteva essere il torneo delle grandi imprese dopo le bellissime rimonte nei quarti in inferiorità numerica e in semifinale contro i padroni di casa, la sconfitta in finale di misura contro una professionista non toglie nulla alle ottime prestazione di squadra e al carattere dimostrato.

Nella finale per il terzo posto la Pro Collegno si è imposta per 3-0 sul ripescato Vianney.

 

SANDRO ANTONIAZZI (Alpignano)                

 

ALPIGNANO - TORINO  3-4 (2-1, 1-0, 0-3)

 

RETI: 2° pt Montanari(T), 5° pt DiMatteo (A), 9° pt Tucci (A), 13° st Tucci (A), 3° e 10° tt  Caschetto(T) 13° tt Gallone (T).

 

FORMAZIONE ALPIGNANO: 1)Mattiello  2)Bonfiglio 3)Amorosi 4)Liso  5)Crivat 6)Ferrigni  7)Petrillo  8)Antoniazzi  9)Tucci  10)DiMatteo 11)Costa 12)Casalegno  13)Zanella 14)Ciliberti  15)Occhiogrosso.  

All. Pellegrino

 

FORMAZIONE TORINO: 1)Brezzo  2)Lupo  3)Gallone  4)Laureana  5)Gallea  6)Gaido  7)Montanari  8)Colletta 9)Bajardi 10)Gramuglia  11)Mangione 12)Massari  13)Caschetto.     

All. Garella

 

                                                                                                                       

Video

Registrati o fai l'accesso e commenta