La Juve non riesce a demolire il fortino Alpignano e Tucci scocca 4 frecce vincenti

Alpignano, 05/05/2018

 

Tribune gremite oggi in via Migliarone ad Alpignano. Per l’incontro della stagione che vale il primato del girone, tutti, genitori, nonni, zii ed amici hanno voluto essere presenti a questo evento. La Juventus, oggi presente con una compagine con tutti giocatori del 2006, deve riscattare la sconfitta del giorno prima contro il Rivoli, prima sconfitta del campionato e primi 2 gol subiti. Per l’Alpignano l’impresa è difficile ma non impossibile, dopo l’ultima partita di recupero vinta contro il Chisola, la squadra ha dimostrato di essere in forma e di meritare la testa del girone.

 

Partenza lampo della Juve che al primo affondo va subito in rete. Leccese si fa spazio al limite dell’area e con un sinistro fulminante sorprende Mattiello (vedi video). La doccia fredda avrebbe potuto tagliare le gambe ai padroni di casa, ma invece la squadra di mister Pellegrino non si scompone e si assesta nella sua posizione attendeista che alla fine darà ragione ai padroni di casa. La Juve, tecnicamente ben dotata, tiene le retini del gioco. Con Friso, Scarpetta, Giorgi e Nisci fa girare la palla da una sponda all’altra del terreno di gioco, Leccese e Jannon orchestra a centrocampo. L’Alpignano, chiuso sulla linea difensiva a 3 con Liso, Crivat e Ciliberti, coadiuvati a centrocampo da D’Introno, Antoniazzi e Zanella, attende gli avversari ai quali concede solo qualche tiro da lontano con Pepe e Peinetti che non riescono ad impensierisce Mattiello. Unica avanguardia alpignanese è la possente punta Tucci, supportato da Di Matteo, che alla fine si dimostrerà determinante. Intorno alla metà del primo tempo è proprio dai piedi di Tucci che arriva la prima occasione, con un tiro ravvicinato dal fondo che Piras respinge in angolo (vedi video). E’ il preludio al gol che arriva poco dopo, su azione personale di Tucci che attraversa tutta la metà campo avversaria e piazza alle spalle di Piras che questa volta nulla può. Il primo tempo si conclude sulle squadre in parità 1 a 1.

 

 

E’ però nella ripresa che si decide la partita. La Juve fa il gioco e l’Alpignano con i subentranti Amorosi e Bonfiglio attende gli avversari per poi ripartire in contropiede. La tattica premia l’Alpignano che dilaga con Tucci, fisicamente superiore ai più piccoli avversari. Il gol del vantaggio arriva con un lancio lungo di Bonfiglio dalla difesa che scavalca il centrocampo, raggiunge Tucci sulla tre quarti che si invola verso la porta avversaria, il portiere Ferrante si supera con una parata strepitosa, la palla finisce nuovamente tra i piedi di Tucci che questa volta mette in rete. Poco dopo è D’Introno a rubare palla sulla propria 3 quarti e servire un millimetrico pallone a Tucci che ancora un volta si invola verso la porta avversaria e con un diagonale rasoterra trafigge nuovamente Ferrante (vedi video). I colpi di Tucci non scoraggiano però i ragazzi di mister Beltramelli che riprendono con i soliti attori più Casazza e Schiavone a tessere le proprie trame. La loro perseveranza viene premiata a metà del secondo tempo con una fiammata di Casazza che dall’angolo sinistro lascia partire una parabola che sorprende tutti, compreso il portiere Martino. Neanche il tempo di gioire per lo svantaggio ridotto che si ripete il copione del gol precedente. Ancora una volta D’Introno conquista palla, passa ancora una volta a Tucci che realizza la quarta rete. La Juve imperterrita riparte a testa bassa e nuovamente, questa volta dalla destra con Croce, dopo una manovra veloce e corale, riesce ad accorciare le distanze con un tiro preciso che si insacca sotto l’angolo della porta alpignanese (vedi video). Ma le emozioni non finiscono ed è ancora Tucci il protagonista, anche se questa volta ha il ruolo di rifinitore. Prima serve davanti la porta a Ferrigni che incredibilmente tira a lato. Poi riceve palla da calcio d’angolo ed apparecchia per l’accorrente Occhiogrosso, il quale tira prontamente un rasoterra su cui, anche se non forte ma angolato, Ferrante, pur distendendosi, non arriva. Il terzo tempo si conclude con il roccambolesco risultato di 5 a 3 per l’Alpignano.

 

Le squadre hanno dato tutto nel secondo tempo e nel terzo il ritmo è più blando. La Juve, che aveva condotto il gioco per tutta la partita tira un po’ i remi in barca e l’Alpignano prova ad uscire dal suo fortino avanzando il proprio baricentro e riuscendo a confezionare ancora 3 occasioni. Prima con Antoniazzi che davanti alla porta tira a lato (vedi video), poi, sul finale, con una traversa su un potente tiro del solito Tucci (vedi video) e ancora con D’Introno dalla distanza con Ferrante che respinge con i pugni (vedi video). In mezzo una ghiotta occasione per la Juventus, tiro a botta sicura di Peinetti, Martino si allunga e respinge ma sui piedi di Bernardinis che pizzica la palla che finisce sul palo, Peinetti la riconquista ma questa volta Martino mette definitivamente in angolo (vedi video). La partita giunge al termine con l’Alpignano che ne esce vincitore per 5 a 3.

 

Sicuramente molto più tecnica e superiore sul piano del gioco la squadra della Juventus, che per tutta la partita ha mostrato di riuscire a padroneggiare la palla come ben poche squadre sanno fare e capace di concretizzare le poche occasioni che la retroguardia dell’Alpignano ha concesso loro. Più potente dal punto di vista fisico invece l’Alpignano, sia grazie alla maggiore età dei propri giocatori sia grazie alla prestanza fisica del proprio arciere Tucci.

Il pubblico, molto corretto ed esemplare da entrambe le parti, ha sicuramente assistito ad una partita avvincente che ha regalato loro molte emozioni sino alla fine.

 

(Sotto le foto dei protagonisti ed i video di alcune azioni salienti. QUI una ampia galleria fotografica sulla partita)

 

Salvatore Bonfiglio               

 

Alpignano vs Juventus: 5 a 3 (1 a 1) (4 a 2) (0 a 0)

 

MARCATORI: p.t.: Leccese (J), Tucci (A) - s.t.: Tucci (A), Tucci(A), Casazza (J), Tucci (A), Croce (J), Occhiogrosso (A)

 

FORMAZIONE Alpignano:  1) Martino, 2) Liso, 3) Amorosi, 4) D’Introno, 5) Crivar, 6) Ferrigni, 7) Petrillo, 8) Antoniazzi, 9) Tucci, 10) Di Matteo, 12) Mattiello, 13) Ciliberti, 14) Zanella, 15) Bonfiglio, 16) Occhiogrosso.

All: Diego Pellegrino

 

FORMAZIONE Juventus1) Piras, 2) Friso, 3) Casazza, 4) Schiavone, 5) Scarpetta, 6) Giorgi, 7) Pepe, 8) Leccese, 9) Pennetti, 10) Jannon, 11) Bernardinis, 12) Ferrante, 13) Croce, 14) Nisci

All. Beltramelli

 

 

Video

Galleria immagini

Registrati o fai l'accesso e commenta